Repubblica di Moldavia

La Moldavia è un paese ancora poco visitato dai turisti, ma che riserva tante sorprese, città dinamiche e una sorprendente produzione vinicola.

La Repubblica di Moldavia è legata a doppio filo con la Romania. La cosa può causare confusione, ma il nome Moldavia fa riferimento sia ad uno stato a sè, appunto la Repubblica, sia ad una regione del nord della Romania. Entrambe formano la vecchia regione storica della Moldavia, anticamente abitata dai Daci e in seguito conquistata da popoli germanici e slavi.

Oggi, la Repubblica di Moldavia è un paese a scarsa vocazione turistica, ma tutto da scoprire. Le bellezze naturali e culturali non mancano, e vi è una sorprendente produzione vinicola. Tuttavia è forte anche il retaggio di un difficile passato, che ancora oggi stenta ad essere lasciato alle spalle. Ma liberandosi di ogni pregiudizio, è possibile partire per un viaggio alla scoperta di questa terra, abitata da persone generose e dedite al lavoro.

Dove si trova la Moldavia

La Moldavia si trova nell’Europa dell’est, e segna il confine orientale della Penisola Balcanica. Confina a ovest con la Romania e a nord, sud ed est con l’Ucraina. Il fiume Dnestr segna il confine interno tra Moldavia e Transnistria, mentre il confine romeno-moldavo è delimitato per la sua interezza dal sinuoso corso del fiume Prut.

Cosa vedere in Moldavia

Viaggiare in Moldavia non è difficile, basta solo un po’ di spirito di adattamento. Le bellezze del paese sono sparse un po’ ovunque, e anche se le infrastrutture non sono propriamente sviluppate, merita girarlo in lungo e in largo alla scoperta delle 10 cose più interessanti da vedere nel paese.

Chișinău

A meno che non si arrivi in Moldavia via terra dalla Romania o dall’Ucraina, la capitale Chișinău sarà per tutti la principale porta d’ingresso al paese. E’ qui infatti che ha sede l’unico aeroporto internazionale della Moldavia, ottimamente collegato con l’Italia sia dalla compagnia di bandiera Air Moldova che da una serie di compagnie low cost.

Chișinău merita un paio di giorni di permanenza, passeggiando lungo il viale Stefan Cel Mare si possono visitare praticamente tutte le attrazioni e i palazzi più importanti della città. Da non perdere l’arco di trionfo (Arcul de Triumf), la cattedrale della Natività (Catedrala Mitropolitană Nașterea Domnului) e il monumento a Stefan Cel Mare (Statuia lui Ștefan cel Mare din Chișinău). Interessante anche una visita al mercato Piaţa Centrală, dove è possibile acquistare praticamente di tutto.

Maggiori informazioni

Bălți

Bălți è la seconda città della Moldavia, e merita anch’essa una visita al pari di Chișinău. Si trova nella parte nord del paese, tanto che a volte viene chiamata “la capitale del nord“. Passeggiando lungo la via principale della città, il viale Stefan Cel Mare, avrete la possibilità di osservare la vita quotidiana degli abitanti del posto, mentre un isolato più a sud si trova Strada Independeţei, un viale pedonale con molti negozi, ristoranti, un cinema, un teatro e il mercato centrale.

Da vedere la chiesa di San Nicola, una chiesa ortodossa che però porta con sè una serie di influenze cattoliche, grazie al progetto dell’architetto spagnolo Antuan Weismann. In centro è possibile poi trascorrere qualche ora di relax al Parcul Municipal, il principale parco cittadino, per passeggiare o per bere qualcosa in uno dei locali all’aperto, specialmente d’estate.

Transnistria

3Transnistria, Moldavia

Immaginatevi di tornare indietro nel tempo, per vivere, o rivivere, il periodo sovietico. In Transnistria potrete farlo! Questo territorio, che si trova “al di là del fiume Dnestr” (da qui il nome), è uno stato de facto indipendente ma giuridicamente parte della Repubblica di Moldavia. La sua capitale Tiraspol è un tripudio di simbolismo sovietico, tra carri armati esposti in piazza, statue di Lenin e palazzi che ricordano il periodo comunista.

Visitare la Transnistria è interessante dal punto di vista storico e culturale, ma è anche un’esperienza totalmente diversa dal solito, poichè occorre attraversare una frontiera-fantoccio, presidiata da guardie armate che ufficialmente non hanno alcun potere, al di là della quale si parla russo, si scrive in alfabeto cirillico e si usa una valuta diversa, il rublo transnistriano.

Monastero Tipova

4Țipova, Moldavia (Sito Web)

Lungo le rive del fiume Dnestr, scavato nella roccia, il monastero Tipova è una delle cose più interessanti da visitare in Moldavia. Si trova in una parte remota del paese, ma ciò non fa che accrescerne la bellezza. E’ composto da tre parti: la chiesa della festa della Santa Croce, la chiesa di San Nicola e un piccolo eremo.

Circa venti monaci si sono rifugiati nei secoli nelle grotte di questo monastero, anche se ogni grotta può ospitare in teoria fino a 700 monaci. Oltre le grotte ha inizio un sentiero, che conduce ad una cascata davvero incantevole.

Fortezza di Bendery

5Strada Panin 2, Bender, Moldavia (Sito Web)

La fortezza ottomana di Bendery si trova a pochissima distanza dal “confine” tra Moldavia e Transnistria. Risale al XVI secolo, e fu una delle principali fortificazioni che contrastarono l’avanzata della Russia zarista nel 1800. Camminando lungo i bastioni è possibile ammirare uno splendido panorama del fiume Dnestr e della vallata circostante; in loco c’è anche un museo che documenta la lunga e ricca storia della fortezza.

Mileștii Mici

Il Milestii Mici è la casa della “collezione dorata”, la collezione di vini più grande al mondo, vero e proprio orgoglio moldavo, certificato anche dal Guinness dei Primati. Si trova a 20 chilometri da Chisinau, ed è una cantina sotterranea che arriva fino a 85 metri di profondità, dove si hanno temperature tra 12 e 14 gradi e umidità costante, un ambiente in grado di mantenere il vino alla perfezione.

Azienda vinicola Cricova

7Strada Chișinăului 124, Cricova 2084, Moldavia (Sito Web)

Nel XV secolo per costruire Chisinau venne scavato del calcare; in seguito, sotto lo spazio sotterraneo lasciato vuoto venne costruita la seconda cantina sotterranea più grande al mondo: sottoterra fu costruito un vasto sistema di tunnel, oltre 120 chilometri di complesse strade intricate. Oggi questo è parte della cantina Cricova, situata a soli 30 minuti da Chisinau.

E’ possibile prendere parte a degustazioni sotterranee, ma anche a visite guidate; qui si trovano 1,25 milioni di bottiglie di vino. Consigliamo vivamente di portarvi a casa una bottiglia, scoprirete un vino fresco e corposo, di ottima qualità.

Fortezza di Soroca

8Strada Lev Tolstoi 52, Chișinău 2001, Moldavia (Sito Web)

Situata vicino al confine con l’Ucraina, la città di Soroca sovrasta il fiume Dnestr. A breve distanza si trova la fortezza della città, una rappresentazione perfetta di architettura medievale, e di gran lunga una delle cose più belle da vedere in Moldavia. Vale la pena arrivare fin qua per scoprire un luogo di enorme importanza storica, usato per difendere il paese durante guerre e assedi. Da notare infine che Soroca è la capitale non ufficiale del popolo Roma.

Old Orhei

Orheiul Vechi è un complesso archeologico che si affaccia sul fiume Raut e detiene un immenso significato storico e culturale. Risale al periodo dei Daci, circa 2000 anni fa, e per la vastità degli eventi storici che sono accaduti nella zona è stato aperto un museo, utile punto di accesso per i visitatori, per avere più informazioni possibili sulla zona.

Alcuni importanti eventi accaduti in questo luogo sono state le invasioni tatara e mongola del I secolo a.C. e l’occupazione del Khanato dell’Orda d’Oro nel 14° secolo. La bellezza naturale è sbalorditiva, con grotte, rovine, monasteri, terme e fortificazioni antiche.

Saharna

Il piccolo villaggio di Saharna, dove si trova il Monastero della Santissima Trinità, è un posto da non perdere durante un tour della Moldavia. Si ritiene che le impronte dei piedi della Vergine Maria siano incastonate su una delle rocce dell’area, e ciò rende Saharna una meta di pellegrinaggio per numerosi moldavi.

Nei dintorni, 22 serene cascate si fanno strada dopo la separazione dal fiume Saharna; di queste, la più popolare si chiama in inglese Gipsy Hole. Saharna è l’ideale per gli amanti della natura, che troveranno viste spettacolari e un ambiente assolutamente pacifico, il che lo rende una delle più affascinanti attrazioni turistiche della Moldavia.

Mappa

Nella mappa seguente potete vedere la posizione dei principali luoghi di interesse citati in questo articolo.

Quando andare in Moldavia

La Moldavia è una destinazione che si presta ad essere visitata durante tutto l’anno, ma il periodo migliore resta comunque quello estivo, poichè le giornate sono lunghe e soleggiate, e mai troppo calde, anche se a volte a Chisinau l’effetto isola di calore rende il clima più rovente di quello che effettivamente è.

D’inverno la Moldavia è più complessa da girare, poichè la condizione delle strade non sempre è buona e pertanto si potrebbero avere difficoltà nella circolazione, soprattutto nelle aree più remote del paese. Per gli appassionati di vini consigliamo anche una visita in autunno, magari tra settembre e ottobre, periodo della vendemmia, quando le cantine lavorano a ritmi serrati.


Moneta

In Moldavia la valuta locale è il leu moldavo (al plurale lei), avente simbolo MDL, che si scambia a circa 20 lei per 1 euro. La valuta è piuttosto stabile.

Trovare un ufficio di cambio nelle città è semplicissimo, e stranamente anche all’aeroporto di Chisinau i tassi di cambio sono ottimi. Il leu moldavo è suddiviso in 100 bani, ed è disponibile in monete da 5, 10, 25 e 50 bani e 1, 2, 5 e 10 lei, oltre che in banconote da 1, 5, 10, 20 50, 100, 200, 500 e 1000 lei.

In Transninstria è invece in vigore il rublo transnistriano, valuta che non ha un simbolo internazionale a causa dello status conteso del territorio, ma viene spesso identificato dagli acronimi PRB o RUP. E’ diviso in 100 copechi, ed è disponibile in monete da 1, 5, 10, 25 e 50 copechi e 1, 3, 5 e 10 rubli, oltre che in banconote da 1, 5, 10, 25, 50, 100, 200 e 500 rubli.

Il rublo transnistriano è legato al dollaro americano ad un tasso fisso di 16,1 rubli per dollaro. Tale tasso però viene continuamente modificato nel corso del degli anni, tanto che nel 2009 era di 9 rubli per dollaro. La valuta non è accettata al di fuori della Transnistria, eccezion fatta per alcune compagnie di autobus che collegano Tiraspol a Chisinau.

Prefisso internazionale

Il prefisso telefonico internazionale della Moldavia è +373, valido anche in Transnistria: per chiamare un numero moldavo dall’Italia occorre comporre il prefisso 00373 prima del numero da chiamare, togliendo lo 0 del prefisso locale. Al contrario, se vi trovate in Moldavia ed avete necessità di chiamare un numero italiano, dovrete aggiungere il prefisso 0039 o +39 al numero italiano, togliendo anche stavolta lo 0 qualora stesse chiamando un telefonno fisso.

Fuso orario

La Moldavia segue lo stesso fuso orario della Romania, pertanto rimane un’ora avanti rispetto all’Italia, sia d’estate che d’inverno. Il codice dell’orario è UTC+2, o EET, ossia Eastern European Time.

Bandiera

La bandiera della Moldavia è identica a quella della Romania, eccezion fatta per la presenza dello stemma della Moldavia al centro, realizzato soltanto nel 1990. E’ un’aquila che tiene una croce nel becco, un ramo d’ulivo nell’artiglio destro e uno scettro nell’artiglio sinistro, e secondo l’autore dello stemma Gheorghe Vrabie, essa simbolizza l’origine latina dei moldavi.

Approfondimenti

Chișinău
In evidenza

Chișinău

La capitale della Moldavia è una città tutta da scoprire, con una serie di interessanti cose da vedere e interessanti occasioni per lo shopping.
Leggi tutto