Sibiu

Nel cuore della Romania, affacciata sui Carpazi, sorge Sibiu, una città della Transilvania con un bel centro storico in stile germanico.

Sibiu è una delle città più belle e turistiche della Romania grazie al suo particolare e unico patrimonio architettonico. Fondata nel 1190 dai Sassoni su un antico insediamento romano, chiamato “Cibium”, nella Regione della Transilvania, Sibiu era la più ricca delle 7 cittadelle murate e si trovava lungo la strada del commercio tra oriente e occidente. Nel 2007 è stata designata Capitale europea della Cultura.

Cosa vedere a Sibiu

Scorcio di Sibiu

Diviso in Città Alta e Città Bassa, il centro storico di Sibiu ha strette e ripide strade su cui si affacciano edifici del XVII secolo dai caratteristici tetti a timpano, vaste piazze e torri di difesa. Nella Città Alta si trovano 3 piazze: la Piata Mare, o Piazza Grande, con la chiesa barocca romano-cattolica, la Torre del Consiglio e il Palazzo Brukenthal in stile tardo barocco, la Piazza Piccola, o Piata Mica, fiancheggiata da negozi e caffetterie, e Piaaza Huet dove si trovano diversi edifici gotici e la Cattedrale evangelica. La Città Bassa è più rustica ed è collegata alla parte superiore dal Ponte delle Bugie, il primo ponte in ferro battuto della Romania. Molto carina anche Piazza Goldsmiths.

Piața Mare

Piața Mare, Sibiu, Romania

La Piața Mare (“piazza grande”) è la piazza principale di Sibiu e anche la più estesa, grazie ai suoi 142 metri di lunghezza e 93 metri di larghezza. Centro pulsante della città sin dal XV secolo, vi si affacciano alcuni degli edifici più importanti, tra cui il palazzo Brukenthal all’angolo nord-ovest, la chiesa dei gesuiti sul lato nord, e la torre del consiglio, che fornisce l’accesso alla Piața Mica, ossia la “piazza piccola”.

Turnul Sfatului

Piața Mică 1, Sibiu 550182, Romania (Sito Web)

La Turnul Sfatului, o torre del consiglio, si trova nel centro della città e risale al XIII secolo. Originariamente porta d’ingresso alla seconda cinta muraria cittadina, oggi è un simbolo della città, e nelle sue immediate vicinanze si trova l’edificio che ospita il municipio di Sibiu.

La torre che si può ammirare ai giorni d’oggi non ha niente a che fare con la costruzione originale: è stata infatti ricostruita diverse volte durante la sua storia, l’ultima delle quali nel 1962. Oggi, la Turnul Sfatului ospita esibizioni e mostre, e soprattutto è una delle più belle terrazze panoramiche della città: dalla sua cima si può ammirare l’intera città di Sibiu e le montagne Fagaras sullo sfondo.

Cattedrale luterana di Sibiu

Piața Albert Huet FN, Sibiu 550182, Romania (Sito Web)

La cattedrale luterana di Santa Maria, risalente al XIV secolo, è la chiesa gotica più famosa di Sibiu. Il suo campanile alto più di 70 metri è diventato il simbolo della città. Per tre secoli, la chiesa è stata il luogo in cui sono state sepolti le principali personalità della città, come sindaci e vescovi. Questa pratica venne vietata nel 1796, ma nel 1803 venne fatta un’eccezione, per far riposare le spoglie del barone Samuel von Brukenthal, governatore tedesco del principato di Transilvania.

Le 4 torrette costruite sulla cima della cattedrale luterana di Sibiu rappresentavano ai tempi un avvertimento per gli stranieri: dovevano sapere che la città aveva il diritto di condannare a morte i prigionieri.

Museo nazionale Brukenthal

Piața Mare 4 - 5, Sibiu 550163, Romania (Sito Web)

Il Muzeul Naţional Brukenthal risale al tardo XVIII secolo, ed è ospitato all’interno del palazzo Brukenthal. E’ diviso in sei ale, di cui la principale è la galleria d’arte che include circa 1200 opere delle principali scuole europee tra cui quella fiamminga, tedesca, italiana e francese. Nella galleria si possono anche ammirare bassorilievi, monete e minerali.

All’interno del palazzo Brukenthal si trova anche la biblioteca Brukenthal, in cui sono conservati oltre 300 mila libri tra cui una serie di manoscritti rari, riviste specializzate, libri contemporanei e alcuni libri scritti in romeno antico.

Le altre ali del museo Brukenthal ospitano il museo di storia, il museo di farmacologia, il museo di storia naturale e il museo delle armi e dei trofei di caccia.

Fortificazioni di Sibiu

L’imponente cinta muraria cittadina ha reso Sibiu una delle città fortificate più importanti dell’Europa centrale. Attorno al centro storico vennero costruite diverse linee di mura, molte delle quali in mattoni d’argilla. Oggi, le fortificazioni del lato sud-est sono quelle meglio conservate, dove tutte e tre le linee parallele sono visibili. Tutte le strutture sono connesse attraverso un labirinto di tunnel e passaggi, progettati per assicurare il trasporto di materiali e merci tra la città e le linee difensive.

Nel XVI secolo, alla fortificazione vennero aggiunti una serie di elementi più moderni, principalmente bastioni. Due di questi sono visibili ancora oggi, e sono il bastione Haller e il bastione Soldisch.

Cosa visitare nei dintorni

A circa 30 chilometri da Sibiu si trova il villaggio Sibiel, famoso per la presenza del museo Zosim Oancea dove è custodita la più  grande collezione di icone religiose su vetro, un’arte molto diffusa in Transilvania sin dal XVIII secolo. Nei dintorni, inoltre, si trovano le Chiese sassoni fortificate, Curtea de Arges, la fortezza di Fagaras e le città medievali di Sighisoara e Brasov.

Dove dormire a Sibiu

Per dormire a Sibiu consigliamo di restare nelle immediate vicinanze di Piata Mare, così da avere a portata di mano tutte le attrazioni turistiche della città e tutti i servizi, tra cui supermercati, farmacie e bancomat, oltre a negozi, bar e ristoranti. Gli hotel sono economici e di ottimo livello, e ci sono anche alcuni alberghi delle grandi catene internazionali tra cui Ibis e Ramada.

Se invece volete vivere la città come un abitante del posto, consigliamo caldamente un soggiorno in guesthouse o in appartamento: gestiti dalle famiglie locali, queste strutture propongono servizi di un livello più spartano, a costi ancora minori.

Come arrivare a Sibiu

L’aeroporto internazionale di Sibiu purtroppo non ha attualmente voli diretti con l’Italia, sebbene sia una struttura di medie dimensioni con quasi un milione di passeggeri in transito ogni anno. Pertanto, in aereo ci si arriva soltanto facendo scalo, o in alternativa atterrando a Cluj-Napoca, a quasi 3 ore di distanza.

E’ possibile anche arrivare a Sibiu in auto, sebbene le distanze non siano brevi: circa 15 ore da Milano e circa 18 ore da Roma. Gli amanti dei viaggi via terra potranno considerare di arrivare a Sibiu in autobus, ma i tempi come minimo raddoppiano a causa delle numerose soste per raccogliere i passeggeri e della velocità minore.

La sua posizione a cavallo dei Carpazi, nel cuore della Transilvania, fa sì che Sibiu non sia mai troppo vicina a nessuna città. Oltre alle già citate 3 ore per Cluj-Napoca, ci vogliono circa 5 ore da Bucarest, 7 ore da Costanza, 3 ore da Timisoara e 7 ore da Iasi. A Sibiu vi è anche una stazione ferroviaria, che si trova a pochi minuti a piedi dal centro città: il treno potrebbe essere un’opzione relativamente comoda e sicuramente economica.

Dove si trova Sibiu

Vedi gli alloggi in questa zona

Località nei dintorni