Timişoara

Timişoara, la città più a ovest della Romania, è strettamente legata all'Europa centrale. Ecco tutte le informazioni su cosa vedere e quando andare.

Chiamata anche Piccola Venezia o Città Giardino per la sua architettura secessionista simile a quella di Vienna, Timisoara è la capitale del Banato. Fondata nel 1212 sul sito di un antico fortilizio romano chiamato Castrum Regium Temi, Timisoara è una città molto vivace culturalmente grazie ai molti giovani che frequentano l’Università, i teatri, gallerie d’arte e i musei.

Attraversata dal fiume Bega, Timisoara ha la Cattedrale costruita su una palude e sorretta da 5 mila tronchi di querce che le impediscono di sprofondare. Molto bello il centro pedonale con edifici caratterizzati da linee sinuose, decorazioni floreali e disegni geometrici.

La città è servita dall’aeroporto di Timisoara, il più importante della Romania dopo l’aeroporto di Bucarest, e offre numerosi collegamenti con l’Italia e altre città europee. Timisoara si trova nei pressi del confine con l’ex Jugoslavia e dell’Ungheria, a meno di 600 chilometri da Bucarest.

Quando andare a Timişoara

Timişoara si trova nella parte ovest della Romania in una zona in cui il clima è continentale, senza enormi variazioni di temperatura tra estate e inverno; allo stesso modo, le precipitazioni si mantengono costanti mese dopo mese. Per questo motivo, la si può definire una meta da 365 giorni l’anno.

Per scegliere quando andare a Timişoara occorre tenere in considerazione che d’estate la temperatura media massima è di circa 28 gradi, ed è quindi decisamente piacevole trascorrere le giornate all’aperto, calde ma non troppo e con tante ore di luce. Per contro, d’inverno tra dicembre e gennaio la temperatura media è sotto zero, quindi ben più freddo che in Italia, e le ore di luce sono poche. Ma chi ama le atmosfere invernali e natalizie potrà visitare Timişoara durante questo periodo senza alcun problema.

Le stagioni intermedie come la primavera e l’autunno sono anch’esse ottime per visitare Timişoara, specialmente i mesi di maggio e settembre, quando le giornate sono lunghe, il clima mite e i prezzi per voli e alloggi ancor più bassi del solito.

Cosa vedere a Timişoara

Timişoara è una città piacevole da visitare; il suo centro storico consiste in gran parte di edifici risalenti all’impero austriaco, ci sono diverse piazze che d’estate sono affollate di gente e una serie di interessanti edifici, chiese e parchi. Ecco le migliori cose da vedere in città, per non perdersene nemmeno una.

Cattedrale ortodossa

La Cattedrale Ortodossa e la lupa, simbolo di Timisoara

La cattedrale ortodossa di Timişoara, o cattedrale metropolitana, è la sede dell’arcivescovo di Timişoara, dedicata ai “tre gerarchi” San Basilio, San Gregorio il Teologo e San San Giovanni Crisostomo.

Si trova nel centro della città ed ha ben 11 torri campanarie, di cui la più grande, quella centrale, è alta oltre 90 metri. Iscritta nel registro nazionale dei monumenti storici romeni, la cattedrale ortodossa di Timişoara fu costruita tra il 1936 e il 1941 in stile neo-moldavo. L’interno è ricco di dipinti e affreschi, creati dall’artista Anastase Demian, ed ospita anche una collezione di scritture in lingua romena risalenti al tardo medioevo.

Bastione Theresia

Il bastione Theresia si trova immediatamente ad est del centro storico. E’ l’unica parte rimasta in piedi dell’antica cinta muraria della fortezza di Timişoara, risalente al periodo austro-ungarico, che copriva un’area di quasi 2 ettari e racchiudeva completamente la città vecchia.

Le mura vennero poi demolite alla fine dell’800 dopo un ordine dell’imperatore Francesco Giuseppe, ma questa sezione rimase in piedi, e venne completamente restaurata negli anni successivi. Al loro interno oggi si trovano negozi, ristoranti, bar, una discoteca e una biblioteca, oltre a due esposizioni permanenti del museo del Banato.

Castello Huniade

Il Castelul Huniade è il monumento più vecchio di Timişoara. Risale infatti alla metà del ‘400, costruito da John Hunyadi e Paolo Santini de Duccio. Il castello fu poi completamente ricostruito due volte: dai pascià turchi nel XVII secolo, ed infine dal principe Eugenio di Savoia nel secolo successivo.

All’interno del castello Huniade fu stabilito anche il museo nazionale del Banato, che oggi ospita una sezione dedicata alla storia, una all’archeologia e una alle scienze naturali. Vi è anche un laboratorio di restauro e un intero piano dedicato al santuario neolitico di Parta, vecchio di 6000 anni, l’unico santuario neolitico in Romania e uno dei pochi in Europa, completamente restaurato.

Di fronte al museo ci sono due lampadine, a ricordare che Timişoara fu la prima città europea ad introdurre l’illuminazione elettrica pubblica nel novembre del 1884.

Giardino zoologico

Il giardino zoologico di Timişoara, o Grădina Zoologică Timișoara in lingua locale, è lo zoo della città, situato all’interno di un parco di oltre 6 ettari di superficie.

Si trova nella zona nord-est della città, e venne aperto nel 1986 quando ospitava soltanto 30 specie di animali, la maggior parte delle quali locali. Quando l’amministrazione comunale si accorse della cattiva gestione dello zoo, ne acquisì il terreno e lo chiuse al pubblico per permetterne i lavori di ristrutturazione. Nel 2007 il nuovo zoo di Timişoara aprì i battenti, per renderlo definitivamente una delle principali attrazioni della città.

Oggi si possono ammirare specie animali provenienti da tutti i continenti: alce e orso bruno dall’Europa, cigno nero, canguro nano ed emu dall’Oceania, scimmia cappuccina e guanaco dalle Americhe e struzzi dall’Africa.

Piaţa Unirii

Secondo alcuni Piaţa Unirii è la piazza più bella della Romania. Che ci si creda o no, resta comunque una magnifica piazza rettangolare, progettata nel XVIII secolo, sulla quale si affacciano edifici in sontuoso stile barocco viennese di color pastello.

Sui lati est e ovest della piazza si trovano le cattedrali cattoliche e ortodosse, entrambe del XVIII secolo, mentre tra gli edifici più pregevoli si segnalano il palazzo barocco, la casa canonica cattolica e il palazzo episcopale ortodosso.

Nel centro di Piaţa Unirii c’è un bel prato delimitato da aiuole, al centro del quale si trova una fontana e la splendida colonna della Santa Trinità, eretta per celebrare la fine dell’epidemia di peste che colpì Timişoara nel 1730.

Come arrivare

Per arrivare a Timişoara dall’Italia il modo più semplice e rapido, e per certi versi anche il più economico, è l’aereo. La città è infatti dotata di un aeroporto internazionale, il terzo della Romania in termini di numero di passeggeri in transito, ottimamente collegato con l’Italia grazie alle compagnie low cost Ryanair e Wizz Air.

L’aeroporto di Timişoara è intitolato all’aviatore romeno Traian Vuia, ed è situato nella località di Ghiroda, a circa 10 chilometri a est del centro città.

E’ anche possibile raggiungere Timişoara via terra, utilizzando un’auto propria o uno dei numerosi autobus che effettuano i collegamenti tra Italia e Romania. La distanza non è eccessiva, considerando che Timişoara è la prima città che si trova dopo essere entrati in Romania dal confine ungherese. Da Milano, ad esempio, la distanza è di 1260 chilometri, il viaggio in auto dura circa 13 ore, mentre quello in autobus circa il doppio, date le numerose fermate intermedie e le soste.

La (relativa) vicinanza all’Italia rende però Timişoara scomoda da raggiungere per chi si trova già in Romania. Ecco le distanze e i tempi di percorrenza per arrivarci dalle principali città del paese.

Dove dormire a Timişoara

Timişoara è divisa in 10 distretti, e quello che oggi è il centro, denominato Cetate, è contraddistinto dal numero 1. La zona è piuttosto compatta, e scegliendo di dormire in questa posizione avrete la possibilità di muovervi a piedi per visitare la città, avendo tutti i servizi a portata di mano.

Gli hotel in città sono di buon livello, a prezzi decisamente contenuti rispetto a gran parte delle altre zone d’Europa, ma vi è anche la possibilità di dormire presso appartamenti o guest house gestiti direttamente dai locali, in modo da risparmiare ancora di più e poter vivere al 100% la vita degli abitanti del posto.

Come spostarsi

I mezzi pubblici di Timişoara sono gestiti dalla compagnia STPT, o Societatea de Transport Public Timișoara, che gestisce 7 linee di tram, 8 linee di filobus e 10 linee di autobus, oltre al trasporto acquatico in barca lungo il canale Bega e al sistema di bike sharing VeloTM. In tutto, sui mezzi STPT viaggiano ogni anno circa 90 milioni di passeggeri.

Oltre ai mezzi publici della STPT è poi possibile muoversi in taxi, specialmente per raggiungere zone della città altrimenti scomode. I taxi sono davvero molto economici, ma a volte i tassisti potrebbero provare ad aumentare un po’ i prezzi capendo che non siete del posto. Per questo motivo, consigliamo di accordarsi fin da subito sulla tariffa da pagare, contrattando quanto necessario.

Dove si trova Timişoara

Timişoara si trova nella parte est della Romania, nella regione del Banato, a circa 5 ore di auto da Cluj-Napoca. Grazie alla sua posizione la città è fondamentale per l'economia del paese: si trova infatti a meno di 50 minuti dalla frontiera con la Serbia, e a circa un'ora dalla frontiera ungherese. Timişoara è la città della Romania più vicina all'Europa occidentale, ed è la prima città vera e propria del paese che si incontra viaggiando verso Bucarest.

Vedi gli alloggi in questa zona

Approfondimenti su Timişoara

Aeroporto di Timişoara

Aeroporto di Timişoara

La guida all'aeroporto di Timisoara: quali compagnie ci volano, quali sono i collegamenti con l'Italia e tutte le informazioni utili.
Voli per Timişoara

Voli per Timişoara

Se non trovate buone offerte di voli per Bucarest, scoprite le tratte e le offerte di voli diretti dall'Italia per l'aeroporto di Timişoara, terzo scalo del Paese.

Località nei dintorni